Acquisto della cittadinanza italiana per concessione

Descrizione: 

Il diritto all'acquisto della cittadinanza italiana è regolato dalla Legge 5 febbraio 1992, n. 91.

PUO' RICHIEDERE LA CITTADINANZA ITALIANA:

  1. il cittadino straniero coniugato con un cittadino italiano che risiede legalmente in Italia da almeno due anni dopo il matrimonio (*) (art. 5, c.1) - scarica le istruzioni e il modulo "A" dalla sezione download;
  2. il cittadino straniero coniugato con un cittadino italiano che risiede all'estero, dopo tre anni dalla data del matrimonio. 
    (*) Tali termini sono ridotti della metà in presenza di figli nati o adottati dai coniugi.
  3. il cittadino straniero nato in Italia e che vi risiede legalmente da almeno 3 anni (art.9, c.1, lett. a);
  4. il cittadino straniero figlio o nipote in linea retta di cittadini italiani per nascita e che risiede legalmente in Italia da almeno 3 anni (art. 9, c.1, lett. a);
  5. il cittadino straniero maggiorenne, adottato da cittadino italiano e che risiede legalmente in Italia da almeno 5 anni, successivi all'adozione (art. 9, c.1, lett. b) ;
  6. il cittadino straniero che ha prestato servizio, anche all'estero, per almeno 5 anni alle dipendenze dello Stato Italiano (nel caso di servizio all'estero, non occorre stabilire la residenza in Italia ed è possibile presentare domanda alla competente autorità consolare) (art. 9, c.1, lett. c);
  7. il cittadino U.E. che risiede legalmente in Italia da almeno 4 anni (art.9, c.1, lett. d);
  8. l'apolide o rifugiato che risiede legalmente in Italia da almeno 5 anni (art.9, c.1, lett. e);
  9. il cittadino straniero che risiede legalmente in Italia da almeno 10 anni (art.9, c.1, lett. f) -scarica le istruzioni e il modulo "B" dalla sezione download;

COME PRESENTARE LA DOMANDA 

La richiesta di acquisto della cittadinanza italiana deve essere presentata esclusivamente on-line seguendo le istruzioni indicate al seguente link del Ministero dell’Interno: https://cittadinanza.dlci.interno.it

Eseguita la registrazione, il cittadino straniero dovrà compilare telematicamente il modulo di domanda, indicare nell'apposito spazio gli estremi della marca da bollo e allegare in formato elettronico, nelle apposite sezioni del modulo, il certificato di nascita debitamente tradotto e legalizzato, il certificato penale debitamente tradotto e legalizzato, la ricevuta dell'avvenuto pagamento del contributo di 200 euro previsto dalla legge 94/2009 e un documento di riconoscimento.

La Prefettura si riserva di convocare lo straniero presso i propri sportelli per la verifica dell'autenticità dei documenti scansionati che devono essere conservati dal richiedente.

Dopo aver presentato la domanda, collegandosi al portale lo straniero potrà visualizzare le comunicazioni a lui inviate dalla Prefettura concernenti:

  • l'avvenuta accettazione della domanda e l'avvio del procedimento
  • l'eventuale irregolarità della documentazione allegata
  • la data di convocazione presso gli sportelli della Prefettura per il controllo degli originali dei documenti allegati in formato elettronico.

Tali comunicazioni saranno precedute dall'invio all'indirizzo di posta elettronica indicato dallo straniero sul modulo di domanda di un messaggio che invita alla consultazione del portale.

Per eventuali informazioni e/o chiarimenti sulla modalità di presentazione della domanda è necessario rivolgersi all'Ufficio Cittadinanza della Prefettura di Brescia ubicato in Via Lupi di Toscana n. 6 (Caserma Randaccio) - Tel. 030 2906307.
Orari di apertura al pubblico: Lunedì, Martedì e Giovedì ore 9:00 - 12:00.


Pubblicato il: 23/02/2016 - 12:09 - Aggiornato il: 23/02/2016 - 12:09
Ufficio di riferimento: Servizi Demografici