Agricoltura

Informazioni riferimenti della Struttura Agricola Forestale Caccia e pesca dell'Ufficio Territoriale Regionale di Brescia per maggiori informazioni leggi qui e qui
 
 
PRODUZIONE DEL VINO “Botticino”
 
Lungo le colline rocciose ad est di Brescia, famose fra l’altro per l’estrazione di marmi pregiati, su un terreno, formato dalla combinazione argillo-calcarea e marmosa ed in zona particolarmente protetta da una situazione climatica mite e favorevole, i vigneti traggono le loro originali caratteristiche organolettiche.
L’intensità caratteriale distingue le valenze organolettiche di questo vino: dal colore rubino, evidenziato dall’invecchiamento, si passa da un profumo etereo vinoso accentuato, fino ad assaporare il gusto pieno e rotondo, ancor più dopo l’invecchiamento in botti di legno, che ne esaltano la corposità.
La denominazione di origine “Botticino” è riservata al vino che risponde alle condizioni e requisiti del disciplinare di produzione. La denominazione di origine controllata Botticino può essere rivendicata per le seguenti tipologie: Botticino, Botticino con riserva.
 
Il vino “Botticino” deve essere ottenuto dalle uve dei seguenti vitigni, nella proporzione indicata a fianco di ciascuno di essi:
 
-          Barbera minimo 30%
-          Schiava gentile (media e grigia) minimo 10%
-          Marzemino (Berzamino) minimo 20%
-          Sangiovese minimo 10%
 
Possono concorrere alla produzione del vino “Botticino” fino a un massimo del 10% anche uve provenienti da altri vitigni, a frutto di colore analogo, purché raccomandati e/o autorizzati per la Provincia di Brescia.
In allegato i disciplinari di produzione del vino “Botticino”:
-------------------------------------------------------------------------------
-------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato il: 23/09/2015 - 14:32 - Aggiornato il: 29/03/2017 - 14:30